lunedì 18 luglio 2011

Crème Parmentier

Crème Parmentier 500
Ahhhh. Concedetemi il titolo in francese. Romantico, delicato. Soave, perfetto. Suona benissimo insomma, non trovate? Roba da passare un intero pomeriggio a ripetere questo nome. E non pensiate che mi manchi qualche rotella, eh? Fissazioni-a-parte, questa è una zuppa di quelle coccolose, che si preparano in inverno. E ieri ci è mancato poco, perchè da me c'erano 20° ;) E' una zuppa che si prepara abbastanza spesso a casa mia, in alternativa alla solite patate lesse. Cremosissima, sembra quasi fonduta, ma ovviamente meno formaggiosa. Visto che è una zuppa abbastanza conosciuta, ho pensato di postarvi la mia versione. Si sa mai, qualora veniate presi da una forte voglia di cose cremose-coccolose-zuppose...

Crème Parmentier 
Ingredienti (per 4 persone):
patate, ½ kg
burro, 30 g
porro, 
acqua,1 lt
panna, ¼ di lt
Sale, pepe

Porre il burro in una pentola e farlo scaldare a fuoco basso. Ammorbidirvi la parte bianca del porro, tagliata finemente. Aggiungere anche le patate tagliate a cubetti. Quando le verdure sono leggermente stufate, bagnarle con il litro di acqua, quindi salare e cuocere a fuoco basso per un’ora. A cottura ultimata, passare il tutto al frullatore ad immersione fino ad ottenere una crema liscia, poi rimettere sul fuoco portando ad ebollizione. In ultimo aggiungere la panna e servire con una macinata di pepe e dei crostini. 

41 commenti:

  1. Anche a Torino ieri e l'altro ieri faceva freddino!! Questa crème Parmentier (con tanto di nome francese) mi piace da morire, credo che alla prossima ondata di freddo (o in autunno) la sperimenterò sicuramente :)

    RispondiElimina
  2. Si, anch'io comincio ad avere dei dubbi riguardo la stagione....anche stamattina non cambia....mi sa che stasera una zuppetta ci può stare bene, soprattutto questa così elegante!! A bientot!!

    RispondiElimina
  3. Mi piace..devo provarla..complimenti è fantastica!!buon inizio settimana!!

    RispondiElimina
  4. ma sai quanto l'avrei mangiata volentieri ieri notte? sono arrivata a Parigi e dopo il 35º di tokyo stavo morendo di freddo!!!!!!!! brrrrrrr pero' io penso che a queste creme cosi' coccolose non riuscirei a rinunciare neanche con il troppo caldo!!!! mamma mia che buona!!!!

    RispondiElimina
  5. Certo non è il piatto ideale per ora se ci confrontiamo con le temperature (Palermo 34°) però devo confessarti che le zuppe cremose-coccolose- mi piacciono anche d'estate, magari tiepidine a cena!
    Bella presentazione, ricorda sapori di una volta.. poi con quel titolo, sembra un vecchio film francese :)
    Buona settimana

    RispondiElimina
  6. questa foto è di un delicato incredibile.... ti invoglia ad infilare il cucchiaio nella crema. bravissima! complimenti :)

    RispondiElimina
  7. Quanto mi piace questa foto!!! E' bellissima, elegante, delicata... complimenti!!!!
    Crema, giuro che io quella crema la mangerei anche fredda :-)

    RispondiElimina
  8. No, non ci credo! Proprio ieri stavo pensando, non so perchè, a questa zuppa.....e oggi me la trovo bella pronta sul tuo blog!...aspetta che arrivo!!!

    RispondiElimina
  9. L'avevo fatta quest'inverno, a caso e con dosi diverse ma mi ha attirato tanto la foto e appena le temperature scenderanno anche da me rifarò la tua. Che voglia che mi hai messo, anche dei 20 °C!!!

    RispondiElimina
  10. Coccolosissima la Parmentier! Che bella la foto!

    RispondiElimina
  11. Davvero spettacolare il tuo blog e lo scoperto così per caso.. e questa crema Parmentier é davvero una coccola allo spirito e all'anima ma anche a l corpo.. bacino a presto

    RispondiElimina
  12. ciao grazie per essere passata da me, questa zuppa non l'ho mai fatta, dev'essere saporita e gustosa , grazie per la ricetta buon inizio settimana rosa.)

    RispondiElimina
  13. somiglia un po' alla vichyçoise (ma si scrive così???) però calda. Anche io la faccio spessissimo in inverno perchè adoro i porri!
    gnam!

    RispondiElimina
  14. deve avere un sapore molto delicato, qui fa ancora troppo caldo ma come abbassano le temperature la provo di sicuro, un abbraccio

    RispondiElimina
  15. Un cucchiaio da affondarvici, ora subitissimo please!

    RispondiElimina
  16. buonissima la parmentier!
    e comunque ti capisco...anche da me faceva fresco ieri! 15° con vento gelido....e difatti mi sono sfogata su un risotto cremoso, caldo e avvolgente.
    ;-)

    RispondiElimina
  17. Come direbbero a Venezia "La xe proprio cocoea"!

    RispondiElimina
  18. non conoscevo questa zuppa!!! visto che le patate mi piacciono un sacco e il porro anche...la proverò prestissimo!!! ;)

    RispondiElimina
  19. semplice ma buonissima. Io adoro le zuppe, ma le preferisco in inverno, quando ho più voglia di cose cremose per essere coccolata! la metto nella to do list!

    RispondiElimina
  20. certo che i nomi francesi rendono tutto fighissimo vero ???
    Io devo dire che me ne infischio abbastanza delle temperature esterno ... mangio la caprese a dicembre e le zuppa a luglio, e questa me la copio subito :-)

    Buona serata

    RispondiElimina
  21. E'semplicemente splendida questa foto!! Martina sei bravissima!!! Un abbraccio cara e buona settimana

    RispondiElimina
  22. Ciao carissima!
    Questa crema invita ad affondare il cucchiaio... per magnarsela tutta :)

    RispondiElimina
  23. questa è una di quelle ose che potrei mangiare per giorni senza stancarmi mai. come il purè come tutto quello che è a base di patate. e mi scalda il cuore. e anche se èbianca e senza colori, la aggiungo ai miei bisogni:D

    RispondiElimina
  24. Come mi piace la Parmentier, di coccole si ha bisogno sia in estate che in inverno...quelle prescindono dalla temperatura, quindi che zuppa sia!

    RispondiElimina
  25. ti invidio, quì ci sono 40°, fa troppo caldo! complimenti per la zuppa,buona giornata!

    RispondiElimina
  26. Ciao, scopro ora il tuo blog: bellissimo e che foto!!! Adoro zuppe, minestre & co. DELIZIOSA!

    RispondiElimina
  27. beh, il titolo in francese ci sta alla grande...in effetti da quel tocco di romaticismo e di calore:)
    Questa zuppa sembra davvero buonissima e pure qui faceva freddo...terrò la ricetta per la prossima occasione perchè spira davvero:)

    RispondiElimina
  28. Molto chic! Bellissima foto:))
    Bacione

    RispondiElimina
  29. dev'essere deliziosa, la voglio provare al più presto. Baci. Micaela.

    RispondiElimina
  30. Naaa, giusto l'altro giorno mi ronzava questo nome così "Vaffinato"per la testa! Ottima veramente! bacii!

    RispondiElimina
  31. Deve essere deliziosa, qui è ancora un pò caldo per le zuppe ma questa me la salvo per provarla più avanti.
    Ciao

    RispondiElimina
  32. Quando si parla di francia io sono solo che felice ;)
    Bellissima foto, delicata come sempre... beati i tuoi 20 gradi qui oggi 32! Si gronda...

    RispondiElimina
  33. Sembra molto deliziosa!Morbida e cremosa!Gnam,gnam!Bravissima,carina!

    RispondiElimina
  34. Una crema morbida e coccolosa presentata in maniera deliziosa!!!
    Baci e buona settimana

    RispondiElimina
  35. Mi piace mi piace mi piace....^_^

    RispondiElimina
  36. You have such a nice blog! I met you on Flickr, and as i saw you had a blog i couldn't resist taking a look at it, you have some beautiful pictures and some nice recipes! I'm glad i found you!

    RispondiElimina
  37. Essì, il titolo in francese è proprio romantico! Poi non conoscevo questo piatto... attenderà che la temperatura mi dia tregua, i 30 gradi sono sempre superati qui da noi, e poi lo faccio *__*

    RispondiElimina
  38. Una crème deliziosa.
    Bel blog complimenti.

    RispondiElimina
  39. Anche qui in questi giorni fa più fresco e una vellutata ci starebbe non dico d'incanto, perché freddo freddo non è, ma per niente male.. pregusto le scorpacciate di patate che farò in Tirolo!!!

    RispondiElimina
  40. Hei Pips, grazie del passaggio!!

    Ora sono dei tuoi e...complimentissimi!!

    RispondiElimina
  41. Sfiziosissima la premessa, tesorina! Servita così con classe poi....... non può deludere! Che brava che sei..........
    Bacio,
    Sissa

    RispondiElimina