giovedì 28 novembre 2019

Back to basics

crostata
A volte non si ha bisogno di nulla di sofisticato. O meglio, direi complicato: perchè che la crostata alla marmellata non abbia un che di sofisticatezza, credo sia discutibile. E ho pure riscoperto gli effetti terapeutici dell'impastare tra di loro certi ingredienti, perchè quei minuti di lavorazione della farina con il burro freddo sono un perfetto antistress. La pasta frolla, preparata proprio con questa ricetta, ha segnato l'inizio della mia passione per la pasticceria. Ma l'unica cosa che ancora non ho imparato, è proprio il riuscire a realizzarla velocemente come fa mio papà. Ma per questo mi perdono: il mio scopo è ottenere un guscio fragrante e profumato di rhum e limone, a cui affido il compito importante di ospitare un pezzo d'estate, sotto forma di confettura di prugne fatta in casa. Per avere un ricordo della stagione, quando le ore di luce si riducono drasticamente, e il sole rimane confinato al tè delle cinque.

E lo ammetto: probabilmente niente mai al mondo riuscirà a superare il mio amore sconfinato per lo strudel di mele. Ma tra le sicurezze culinarie che preferisco, la crostata sale sicuramente sul podio. E deve essere tiepida. 
crostata


Crostata alla confettura
Ingredienti:
farina 00, 300 g
zucchero semolato, 100 g
lievito per dolci in polvere, 1 cucchiaino
burro freddo, 150 g
uovo, 1
buccia grattuggiata di 1 limone non trattato
rhum, 1 cucchiaio
sale, 1 pizzico
confettura a piacere, q.b. 
latte, per spennellare

In una ciotola, mescolare la farina, lo zucchero, il lievito ed il sale; formare una buca, porvi l'uovo ed iniziare ad amalgamarlo agli altri ingredienti con l'aiuto di una forchetta fino a formare una pastella densa. A questo punto, unire la buccia di limone, il rhum e il burro a pezzetti in due tempi, impastando fino ad ottenere un panetto liscio. Avvolgerlo in un foglio di alluminio e farlo raffreddare in frigorifero per almeno 30 minuti.

Trascorso questo tempo, preriscaldare il forno statico a 180°C e stendere 2/3 della frolla ad uno spessore di 3 mm. Foderare uno stampo imburrato e infarinato eliminando l'eccesso di impasto. Bucherellare il fondo con i rebbi di una forchetta, riempire il guscio con qualche cucchiaio di confettura formando uno strato sottile, quindi decorare la costata con gli avanzi di impasto da cui avrete ricavato delle semplici strisce o le forme che preferite. Spennellare la superficie con il latte.

Cuocere per circa 30 minuti o comunque fino a quando la frolla inizierà a dorarsi leggermente. Sfornare e servire tiepida. 

3 commenti:

  1. La crostata....uno dei miei dolci preferiti ^_^
    Molto bella!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo d'accordo! La colazione è subito servita ;)

      Elimina
  2. Wow! this is Amazing! Do you know your hidden name meaning ? Click here to find your hidden name meaning

    RispondiElimina