mercoledì 27 maggio 2020

Torta "per occasioni speciali"

heart cake
C'è una persona in particolare per la quale mi piace cucinare, anche solo per vedere l'espressione che si disegna sul suo volto. E anche se forse è un giudice un po' di parte, mi piace che quello sia il mio regalo per lui. Mi piace prendermi appuntamento con una torta o dei biscotti, è il mio modo di dire "Ti ho pensato, e questa è una carezza speciale". Per questo stesso motivo, una volta ho fatto cascare delle stelle su una crostata alla crema di cacao e nocciole, perchè trovavo che quello sfondo fosse, per una volta, più adatto rispetto al cielo. Ho arrotolato dei cordoncini di pasta frolla per ricavarci delle iniziali e dei numeri. Un'altra volta è toccato alla confettura di more, l'importante era il disegno intagliato con cui l'avevo debitamente coperta. Un'altra volta mi sono avventurata nei baci di dama, e ci sono volute almeno tre volte prima che venissero friabili come volevo io. Come li ricordavo io, quando ne acquistavo un sacchettino e non vedevo l'ora di affondarci la mano poco dopo che mi era stato consegnato da dietro il bancone. Ma le danze sono state aperte da dei chocolate crinkle cookies, gustati ringraziando l'ombra estiva gentilmente concessa da un bersò.


heart tart
Com'è che si diceva? Si cucina sempre pensando a qualcuno, altrimenti stai solo preparando da mangiare. Di certo avrà capito che con me non morirà mai di fame, e che non potrà ritirarsi di fronte alla mia esigenza di una cucina molto, molto, mooolto grande.
heart tart
Tarte per occasioni speciali
(da una ricetta di Annarita Granata)
Ingredienti :
Per la pasta sablée:
farina 00, 280 g
zucchero a velo, 130 g
burro freddo, 150 g
uova, 1 + 1 tuorlo
lievito per dolci in polvere, 1 cucchiaino
buccia grattuggiata di 1 limone non trattato
sale, 1 pizzico
Per la camy cream*:
mascarpone freddo di frigo, 340 g
latte condensato freddo di frigo, 110 g
panna da montare fredda di frigo, 170 g
confettura di fragole senza zucchero, q.b. (opzionale)
fragole, 250 g
granella di nocciole, q.b.

Per fare la pasta sablée, unire nella ciotola di un mixer la farina, il lievito ed il sale con il burro e azionarlo fino ad ottenere un composto a briciole; unire lo zucchero a velo e amalgamarlo bene al composto; per ultimi, l'uovo ed il tuorlo e continuare ad impastare fino ad ottenere un panetto liscio. Avvolgere con carta d'alluminio e trasferire in frigorifero per 3 ore. 

Trascorso questo tempo, munirsi di un foglio A4 e piegarlo a metà; disegnare una metà di cuore occupando tutta la metà del foglio e tracciare un cuore più piccolo anche all'interno. La sagoma dovrà essere larga almeno 7-8 cm. Ritagliarla ed usarla come stencil: dividere il panetto a metà, stendere ciascuna pasta sablée ad uno spessore omogeneo di 5 mm, adagiarvi sopra lo stencil e con un coltello seguirne i bordi per ricavare il cuore.

Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa 10-15 minuti. Non dovrà scurirsi.
Lasciare raffreddare completamente.

Nel frattempo, preparare la crema con ingredienti tutti freddi di frigo: lavorare il mascarpone ben freddo con le fruste elettriche fino ad ottenere una crema, aggiungere a filo il latte condensato e continuare a lavorare. In questo passaggio tenderà a diventare un po' più liquida, ma basterà proseguire con le fruste per 1-2 minuti per ottenere una crema soda e compatta. Montare la panna ben ferma e incorporarla alla crema di mascarpone con movimenti dal basso verso l'alto, facendo attenzione a non smontarla. 

Trasferirla in una sac à poche con bocchetta liscia e formare dei ciuffetti sulla prima base a forma di cuore, ormai ben fredda. Lasciare cadere qualche goccia di confettura di fragole se si desidera intensificare il sapore di fragola.
Disporre le fragole tagliare sottili oppure a dadini, sopra lo strato di crema. 
Adagiare il secondo cuore e ricoprirne la superficie allo stesso modo. 
Io ho fatto dei ciuffetti piuttosto piccoli e trovo che fosse perfettamente bilanciata la proporzione biscotto-crema, oltre che più facilitato il taglio. 
Decorare con altre fragole a fette e della granella di nocciole (caldamente consigliata). Conservare in frigorifero. 

*ho ridotto le dosi della camy cream rispetto a quelle originali (500 g di mascarpone, 250 ml di panna e 160 g di latte condensato) poichè su un totale di 900 g di crema me ne sono avanzati 300 g. Questo perchè ho preferito fare dei ciuffetti più piccoli per trovare il giusto bilanciamento tra biscotto e crema. Le dosi indicate sono frutto di una proporzione calcolata sulla base di quanta crema mi è avanzata e ho preferito riportare queste per evitare sprechi inutili di crema.

N.B.: per la versione al cacao, che vedete qui sotto, vi basterà sostituire a 30 g di farina 30 g di cacao, quindi 250 g di farina e 30 di cacao per un totale invariato di 280 g!

i heart u

3 commenti: