giovedì 21 marzo 2019

Gocciole

gocciole
Se c'è una cosa che proprio mi piace stare ad osservare quando si mangia all'aperto sono i riflessi creati dai raggi del sole che attraversano i bicchieri di vetro. Mi piace guardare come quei fasci di luce si diffondono creando giochi luminosi sulla tovaglia, un po' tremolanti se a riempire i bicchieri c'è anche dell'acqua. Sono quelle piccole cose alle quali non si presta attenzione, ma che fanno subito accorgere che la stagione è cambiata. Che alcuni spazi della casa si possono riabitare, che si può godere dell'aria fresca la mattina, finchè c'è. Che si può cenare con la compagnia del sole che tramonta, e fare colazione mentre lui stesso sorge. Mi piace accorgermi, ogni volta, di quanto tutto questo sia questione di attimi. Di quanto velocemente possono cambiare i colori che tingeranno un'altra giornata. 

Questo è ciò che ho pensato mentre stavo editando la foto: di certi dettagli, e del loro potere di far volgere in meglio le ore di una giornata, ci si accorge solo a posteriori. Un po' come nella vita... Ho provato una certa malinconia per l'aria fresca la mattina, e la luce ancora non troppo forte, di quei giorni d'estate in cui si è davvero in vacanza. E per sentirsi in vacanza sono sufficienti anche dei pochi raggi di sole che trasformano una tavola apparecchiata. Sì, io sono la classica persona che d'inverno vuole l'estate, e d'estate l'inverno. Perchè le giornate buie e il troppo caldo non piacciono a nessuno. Ma, ecco, certi piccoli particolari, quelli li si vorrebbero sempre, e ce ne si dovrebbe accorgere sempre. Attendendo quindi con ansia le colazioni in giardino, vi lascio questa ricetta, perchè trovare una goccia di cioccolato in un biscotto resta ancora una delle cose che preferisco. 


Gocciole
(ricetta modificata da qui)
Ingredienti (per circa 30 gocciole):
farina 00, 160 g
fecola di patate, 50 g
lievito per dolci in polvere, 1/2 cucchiaino
bicarbonato, 1/4 di cucchiaino
zucchero a velo, 70 g
uova, 1
burro morbido, 75 g
cioccolato bianco fuso, 7 g
cacao amaro, 1 cucchiaino
gocce di cioccolato, q.b.
sale, un pizzico

Setacciare tra loro gli ingredienti secchi (farina, fecola di patate, lievito, bicarbonato e sale); in una ciotola, sbattere con le fruste elettriche l'uovo con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. 
Incorporare il burro e sbattere bene. Aggiungere il cioccolato bianco fuso e il cacao amaro, infine il mix di ingredienti secchi precedentemente setacciati. Continuare ad impastare con le mani fino ad ottenere un panetto, avvolgerlo in un foglio di carta d'alluminio o pellicola per alimenti e farlo raffreddare in frigo per un paio d'ore.
Trascorso questo tempo, incorporare all'impasto le gocce di cioccolato fino a quanto ne sarà bello pieno. Per comodità consiglio di spargerne un po' sul piano di lavoro e stenderci direttamente sopra l'impasto, in modo da inglobare direttamente le gocce a quest'ultimo, infine lavorarlo velocemente perchè le gocce siano bene incorporate. 
L'impasto andrà steso ad uno spessore di più di 0,5 cm (diciamo tra il mezzo centimetro e il centimetro, perchè gli originali sono belli spessi!).
Per ricavare la forma, consiglio di utilizzare una formina per biscotti a forma di cuore abbastanza grande; una volta ricavato un cuore dall'impasto, dividerlo a metà e poi tagliare la punta, quindi arrotondare l'estremità più stretta del biscotto in modo da riprodurre la forma originale.
Disporre i biscotti ben distanziati su una teglia foderata di carta da forno, cuocere per 11-12 minuti in forno preriscaldato a 180°C, o comunque fino a quando i bordi a contatto con la teglia non saranno leggermente dorati. Sfornare e trasferire subito su una gratella di raffreddamento.

0 COMMENTI:

Posta un commento