mercoledì 3 luglio 2013

Barrette vegane ai semi e frutta secca

Vegan snacks
Un nuovo mese all'inizio, una nuova ricetta dopo qualche altro lasciato alle spalle. Se tra queste pagine il tempo si è fermato ormai da un po', al di fuori è continuato a correre in fretta come suo solito e a portare novità inaspettate. Che hanno lasciato traccia del loro arrivo e del loro passaggio, ma non qui. Qui è rimasto solo l'intenso aroma del cacao amaro, il rumore inconfondibile dell'involucro di una tavoletta di cioccolato che viene scartata da dita indiscrete. Un vecchio piatto bordato di blu comodamente seduto su una tazzina rovesciata e tanti profumi racchiusi all'interno della copertina satinata di una rivista.

In questi caldi pomeriggi d'estate, la melodia prova a ripartire senza voler sapere da quale preciso spartito iniziare la sua impercettibile danza. Si mescola alle briciole di mandorla che cedono ai colpi netti di una lama affilata, si unisce al leggero ticchettio di tanti piccoli semi che cadono, si abbandona al susseguirsi dei secondi dettato dal timer del forno. E poi si chiude al fresco, si adagia in un ripiano del frigorifero, e si mette a dormire sotto una sottile coperta argentata.

Barrette vegane ai semi e frutta secca
(ricetta liberamente modificata da qui )
Ingredienti (per 10 barrette):
fiocchi di cereali, 100 g
quinoa, 45 g
semi di lino, 50 g
uvetta, 45 g
albicocche secche, 70 g
mandorle sgusciate tritate, 45 g
banana matura ridotta in purea, 200 g

Preriscaldare il forno a 160°. Ricoprire il fondo di una teglia rettangolare dai bordi alti con un foglio di carta forno. Mettere da parte.
Nella ciotola di un mixer, porre tutti gli ingredienti eccetto la banana.
Tritare fino a quando la frutta secca non si sarà ridotta in piccoli pezzi. Trasferire il tutto in un recipiente, aggiungere le banane e mescolare energicamente con una spatola fino ad ottenere un composto omogeneo e ben amalgamato (la purea di banana serve a legare la frutta secca, oltre che a dolcificare naturalmente). Pressare l'impasto nella teglia preparata e appiattirlo bene con il dorso di un cucchiaio. Cuocere per una ventina di minuti, quindi sfornare e lasciare raffreddare completamente prima di tagliare in barrette. Si conservano per diversi giorni in un contenitore ermetico oppure avvolte in un foglio di carta d'alluminio e riposte in frigorifero.

20 commenti:

  1. Bentornata! :)
    Queste barrette in genere mi piacciono molto, quindi prima o poi devo provare a farle in casa...sì sì! :)
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Ciao bentornata,
    sono contenta di rivedere le tue meravigliose foto e ovviamente anche la ricettina... Moolto golosa e salutare

    RispondiElimina
  3. Ma che bontà ^^ una ricetta... senza tempo aggiungerei!

    RispondiElimina
  4. Che belle, devono essere davvero sfiziose. Ottime per la merendina pomeridiana

    RispondiElimina
  5. bentornata Marty!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Un bacio e, quanto alle barrette, stupende!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  6. Devono essere buonissime!
    Un abbraccio
    Alla prossima

    RispondiElimina
  7. E'sempre bello rileggerti! Anche io sono un pò in fase stanby...ma solo nella realtà virtuale...in quella vera...una trottola!
    Un abbraccio e buona estate,
    Marika

    RispondiElimina
  8. Splendide queste barrette, nutrienti ma anche leggere e senza olii o margarine! la segno subito!

    RispondiElimina
  9. e le novità inaspettate??????
    io sono orribilmente curiosa!

    RispondiElimina
  10. Bentornata! :) queste barrette sono stupendissime, non ho ancora mai provato a farle in casa ma mi hai proprio convinto ;)
    a presto!

    RispondiElimina
  11. Io ti seguivo ancora prima di aprire il mio blog, mesi fa... ricordo bene una ricetta con le zucchine tonde e come mi era piaciuta la grafica di questo bello spazio, color vaniglia e aria di infanzia felice... :-)
    In giorni di caldo, portare una barretta così gustosa e mangiarla per ritrovare energia sarebbe da fare sempre sempre... :-)

    RispondiElimina
  12. Sono contenta di rileggerti, per di più con una ricetta così bella :-)

    RispondiElimina
  13. Ho letto un paio di ricette da te proposte e trovo molto semplice il modo in cui le "racconti"...
    brava!

    RispondiElimina
  14. Rompere il silenzio dopo tanto tempo è difficile, lo so, ma tu sai farlo sempre nel modo più elegante e discreto <3

    RispondiElimina
  15. Ecco cosa prepararmi per i miei snack tra una lezione di yoga e l'altra! Energetiche, sane, e buone! Bella idea! Brava!

    RispondiElimina
  16. This is a pretty good post. Every thing you have written in this post holds a great resource background, which trust me, is hard to find in articles nowadays. Thank you a lot for providing that.

    RispondiElimina
  17. Thank you, I have recently been looking for info about this topic for a while and yours is the best I’ve found out till now.

    RispondiElimina